CONVOCAZIONE ASSEMBLEA SOCI ORDINARIA

Il giorno 04.10.2020 alle ore 15.00, in prima convocazione ed alle ore 18.00 in seconda convocazione, si riunisce l’Assemblea Soci della Sezione “G. De Lorenzo”, presso il Centro Visite del Parco del Pollino a Chiaromonte, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. Relazione attività del Presidente di Sezione;
  2. Approvazione Bilancio consuntivo 2019;
  3. Approvazione Bilancio preventivo 2020;
  4. Elezioni del Consiglio Direttivo;
  5. Elezione di un delegato all’assemblea regionale
  6. Varie ed eventuali.

Si rammenta che, in seconda convocazione qualsiasi numero di soci è presente, delibera sull’ordine del giorno.

TUTTI I SOCI POSSONO PARTECIPARE ALL’ASSEMBLEA, MA SOLO CHI E’ IN REGOLA CON IL RINNOVO TESSERA 2020 POTRA’ VOTARE.

PER COMUNICARE con la sezione: lagonegro@cai.it oppure Presidente Bruno Niola cell. 339.7646529 Ogni socio può delegare un altro socio (1 sola delega) tranne un componente del Direttivo.

Lagonegro 24.09.20120

Cordiali saluti.

Il Presidente Bruno Niola

scarica la convocazione e la delega

 

manutenzione della rete sentieristica: uno sforzo necessario per non cominciare sempre da capo

PUBBLICHIAMO DI SEGUITO LA LETTERA TRASMESSA ALLE ISTITUZIONI
All’Assessore all’Ambiente della Regione Basilicata Gianni RosaAl Commissario Prefettizio di Lagonegro Francesco MauceriAl Sindaco di Lauria Angelo Lamboglia
Al Sindaco di Maratea Daniele Stoppelli
Al Sindaco di Nemoli Domenico Carlomagno
Al Sindaco di Rivello Francesco Altieri
Al Sindaco di Trecchina Ludovico Iannotti

e p.c. al Presidende del CAI Regionale Vincenzo De Palma

Oggetto: manutenzione della rete sentieristica: uno sforzo necessario per non cominciare sempre da capo.

Egregi Signori Amministratori,

la sezione del CAI di Lagonegro

premesso che

·       ha tra le sue principali finalità la diffusione della frequentazione in sicurezza delle montagne del Lagonegrese-Pollino, l’organizzazione di iniziative escursionistiche, capillarmente diffuse sul territorio, e la realizzazione e manutenzione di sentieri;

·       nel 2015 il programma di Sviluppo Turistico Locale per i comuni della Valle del Noce con una dotazione finanziaria di circa 500000 euro ha avuto il merito di ritracciare nuove linee guida per il turismo outdoor e quello religioso dei comuni della Valle del Noce;

·       nel 2018 linee di finanziamento regionale hanno avviato la concretizzazione del programma per l’infrastrutturazione sentieristica e per l’arrampicata;

·       in particolare per la sentieristica sono stati impegnato circa 377.000 euro, affidati in gestione al comune di Lagonegro;

·       in questo periodo si stanno ultimando tali lavori che hanno previsto la realizzazione di tre percorsi principali, in parte su antichi tracciati ed in parte costruiti ex novo, denominati “Monte Sirino-Porto di Maratea”, “Alta Valle del Noce” e “Maratea Skyline”, per complessivi circa 120 Km;

considerato che

·       ha seguito con attenzione l’iter realizzativo del suddetto progetto e lo scorso autunno ha richiamato con una lettera l’attenzione della stazione appaltante sulla realizzazione della segnaletica orizzontale che presentava notevole approssimazione;

·       da sopralluoghi effettuati e segnalazioni ricevute risulta che specialmente nelle zone di bassa quota di Maratea (per esempio alla Secca di Castrocucco), il tracciato già presenta tratti poco o niente percorribili per la ricrescita della vegetazione, e per la presenza di alberi divelti dal vento;

visto che

·       la manutenzione della rete sentieristica rappresenta il nodo cruciale dell’offerta outdoor dei territori, e la sua mancanza può vanificare rapidamente anni di lavoro e di programmazione;

·       da notizie assunte, risulta che l’impresa appaltante ha avanzato la proposta migliorativa di 5 anni di manutenzione del tracciato;

richiama la Loro attenzione affinché

1.     la manutenzione della rete sentieristica realizzata sia fatta correttamente e ne consenta durante tutto l’anno la fruizione ottimale;

2.     la manutenzione sia allargata anche ad altri importanti sentieri dell’area quali ad esempio Madonna del Brusco-Madonna del Sirino, ex percorso ippico Turchio-Capo la Scala (Trecchina-Maratea), Maratea centro-Monte San Biagio nel Bosco dei Carpini, Acquafredda-Pozzi-Colla (parte del sentiero 621 dei Due mari).

La Sezione CAI di Lagonegro confida che, con l’impegno di tutti, i percorsi escursionistici citati che hanno tutti una indiscutibile rilevanza naturalistica, paesaggistica, ambientale e culturale, potranno rappresentare concretamente una scelta importante per chi vorrà pianificare sui nostri territori la sua vacanza attiva alternativa o complementare alla tradizionale vacanza al mare.

Nel ribadire quindi la convinzione che il radicarsi della cultura del trekking e delle passeggiate non potrà che offrire nuovo supporto e nuova linfa alla costruzione dell’offerta turistica prossima ventura in questo lembo di Basilicata, mette a Loro disposizione la propria esperienza per qualsivoglia confronto e/o collaborazioni mirati all’ottenimento della proficua gestione e valorizzazione di questo importante patrimonio.

Con l’augurio di buon lavoro, porge Loro i più cordiali saluti.

il Presidente della Sez. CAI di Lagonegro
arch. Bruno Niola

DOMENICA 16 FEBBRAIO 2020 – ESCURSIONE MONTE CRIVO – MARATEA (PZ)

Grado di difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
Partenza: Massa di Maratea
Quota di partenza: 462 m
Quota massima: 1277 m
Lunghezza percorso: 8 km
Punti d’acqua: nessuno
Dislivello in salita: 600 m c.a
Attrezzatura necessaria: scarponi da trekking alti,  bastoncini telescopici, abbigliamento da escursionismo, zaino da trekking ben equipaggiato (giacca a vento, guscio Gore Tex, pranzo a sacco, acqua, primo soccorso).
Tempi di percorrenza: 4/5 ore (soste escluse)

Il punto di ritrovo è nel centro storico di Maratea, in Piazza Vitolo, vicino al municipio. Dopo una breve pausa caffè si prosegue con le macchine in direzione del Cristo Redentore, fino a Massa, una frazione di Maratea situata a 462 m sul livello del mare. L’escursione inizia su una mulattiera sassosa. In questo primo tratto si incontra una vegetazione composta principalmente da alberelli, isolati, di perastro e biancospino; da cespugli di rovi, di ginestra comune e di ampelodesma mauritanica (tagliamani). Proseguendo verso Nord, lasciandosi alle spalle Serra Cappellera, si percorre un vallone, fino ad arrivare a un pianoro erboso, anticamente utilizzato come stazionamento per il bestiame, dove si possono notare ancora i resti di un antico stazzo costruito in pietre a secco, insieme a una casetta di recente costruzione e un recinto. Da questo tratto in poi la vegetazione del paesaggio cambia. Il cespuglieto è sostituito da una rigogliosa prateria, nella quale fanno capolino mucche, cavalli selvaggi e numerosi sentieri creati dagli stessi animali, che danno vita ad anguste scorciatoie. Qui domina la festuca mediterranea e piante aromatiche come la salvia, il timo e la santoreggia. Con un po’ di fortuna ci si può imbattere nella luscengola, un piccolo sauro con quattro zampe di dimensioni molto ridotte, molto assomigliante a un serpente. Da qui il cammino inizia a farsi tortuoso, presentando grosse pietre affioranti appuntite e rocce instabili. Proseguendo in salita, in direzione Nord-Est, si arriva a quota 1150 m, sulla seconda cresta più alta del Monte Crivo, dove nel 1961 i frati Oblati fecero ergere una croce di ferro battuto. Da qui lo scenario diventa subito unico e sensazionale, che solo una località come Maratea può offrire. Come d’incanto, affacciandosi a un meraviglioso balcone naturale, si gode di una spettacolare vista su tutto il Golfo di Policastro. In giornate particolarmente nitide è possibile avvistare anche l’arcipelago delle Isole Eolie. Percorrendo la cresta, dopo poche centinaia di metri si raggiunge la vetta, quota 1277 m, dalla quale si può ammirare il Massiccio del Sirino e il Monte Alpi. Il percorso di ritorno è sulla stessa via.

ACCOMPAGNATORI. Luca Corazzini, Dd’E CAI Lagonegro (347 4060598) – Pompeo Limongi, Dd’E CAI Lagonegro (331 9150695)

ISCRIZIONE. Entro e non oltre sabato 15 febbraio 2020

QUOTA DI PARTECIPAZIONE. Gratis per i soci CAI, € 10 per i non soci (la quota comprende 6 € l’assicurazione, 4 € contributo sezione).

RITROVO. Ore 9:00 – Piazza Vitolo, Maratea Centro Storico (difronte al Municipio) 

PARTENZA. Ore 9:30 – Località Massa di Maratea

IMPORTANTE. I responsabili si riservano il diritto di non ammettere all’escursione coloro i quali non sono in possesso dei requisiti fisici, tecnici o d’abbigliamento necessari. In caso di previsioni meteorologiche avverse l’escursione potrà subire modifiche o essere rinviata a data da destinarsi. Per tutto quanto non specificamente indicato nel programma ci si riporta al Regolamento delle escursioni della sezione che i partecipanti, iscrivendosi all’attività, confermano di conoscere e di accettare