Domenica 13 Febbraio 2022, GOLE DI CANDELA, Rotondella (MT)

SCARICA LA SCHEDA COMPLETA DELL’ESCURSIONE
SCARICA L’AUTODICHIARAZIONE

Località, gruppo montuoso: Rotondella, Massiccio del Monte Coppolo – Lunghezza: 7,5 km – Altitudine minima, altitudine massima: 233 m, 463 m – Dislivello in salita, dislivello in discesa: + 230 m, – 230 m – Durata: 3/4 ore, soste escluse – Grado di difficoltà: EE (per Escursionisti Esperti) – Punti d’acqua: nessuno Attrezzatura necessaria: scarponi da trekking alti, bastoncini telescopici, abbigliamento da escursionismo, zaino da trekking ben equipaggiato (acqua, pranzo al sacco, abbigliamento di ricambio, giacca a vento, ecc.); mascherina, gel igienizzante e green pass come da note operative emergenza Covid allegate.

Coordinate alla partenza: 33T 627389.85 E / 4448332.11 N
Latitudine 40.175221°   Longitudine 16.495431°

NOTE

Un chilometro e mezzo di percorso si svolge su greto di torrente molto accidentato senza sentiero, ma spettacolare. Richiede passo sicuro e caviglie allenate.

_______________________________________________________________ 

Descrizione del percorso

Il percorso attraversa la parte più spettacolare e interessante della neo istituita, la prima in Basilicata, Area Wilderness delle Gole di Candela.

L’Area comprende la parte alta della Valle del Canale Candela, uno scrigno di aspetti geologici, botanici, faunistici e paesaggistici di grandissimo valore.
Lasciata l’auto al parcheggio di ingresso nell’Area, a quota 243, ci si incammina sulla stradella sterrata che in poco meno di un Km di leggera discesa ci porta all’inizio del sentiero vero e proprio, sul fondo della piccola fiumara del Canale Candela a quota 238.

Questa parte bassa, fino ai primi anni del ‘900, era occupata da un lago formatosi in seguito a due frane che sbarrarono il corso d’acqua poco più a monte del parcheggio. Si lascia la sterrata e si comincia a risalire l’ampio alveo inoltrandosi nel vallone sempre più stretto, su tracciato relativamente comodo fino alla prima cascatella (Cascata dei Capelvenere, quota 255) molto suggestiva.

Dalla Cascata dei Capelvenere il sentiero diviene più difficile, con diversi passaggi su massi e molteplici attraversamenti del piccolo corso d’acqua, fino a raggiungere lo spettacolare ambiente roccioso formato dal Lastrone dei Ciclopi col sovrastante Anfiteatro del Falco, due eccezionali formazioni di grandissimo valore geomorfologico (quota 305). Al centro dell’Anfiteatro del Falco termina la traccia di sentiero realizzata dal Comune di Rotondella e inizia il tratto più difficile di risalita del fondo del vallone, che in circa un Km di percorso molto accidentato porta ai due massi, a quota 380 circa, che indicano l’inizio del sentiero che alla nostra destra ci conduce fuori dall’alveo del ruscello.

Dopo circa 200 metri il sentiero raggiunge la pinetina di rimboschimento, dove si trasforma in una comoda stradella sterrata che risale il fianco del vallone per circa 900 metri, fino alla piccola stradella asfaltata di crinale, a quota 460. Si segue la stradella asfaltata per mezzo Km, passando sotto due impressionanti turbine eoliche del Comune di Rotondella (alte tra mozzo e rotore più di 100 metri).

Si imbocca quindi una piccola pista agricola che scende sulla destra ai margini di un campo fino ad arrivare in vista del suggestivo laghetto naturale di quota 343; dal laghetto, su sentiero di media difficoltà si raggiunge l’oliveto di quota 300, da cui su ripida stradella sterrata, si scende nella piccola valle del Fosso del Cancello, proseguendo fino al punto di quota 238 da cui abbiamo iniziato ad inoltrarci nelle gole.

Si risale quindi la stradella che ora, al ritorno, in poco meno di un Km di leggera salita, ci riporta al parcheggio di inizio percorso a quota 243.

Attività escursionistica in emergenza Covid-19

In occasione della  ripresa delle attività escursionistiche sociali promosse dalla sezione al fine di garantire la sicurezza di tutti, viene richiesta ai partecipanti la rigorosa osservanza di alcune norme comportamentali, supplementari rispetto a quelle cui siamo abituati, descritte nella scheda e nelle “Note Operative Partecipanti” emesse dalla CCE il 4 novembre 2021, che si allegano per intero a questa locandina. Le presenti indicazioni si aggiungono ai provvedimenti governativi anti contagio Covid-19 in vigore al momento. Facciamo inoltre appello alla responsabilità individuale di ciascun socio in quanto potremo tornare a camminare insieme solo se ognuno di noi farà la sua parte. Le uscite sono a numero chiuso con obbligo di iscrizione. Hanno priorità di partecipare all’escursione i soci in regola con il tesseramento. Ogni partecipante deve avere con se mascherina, gel disinfettante e green pass, deve autocertificare (con modulo allegato alla locandina) di aver preso visione ed accettare le presenti disposizioni e di non avere sintomi riconducibili al Covid-19 e non aver avuto contatti con persone positive alla malattia  negli ultimi 14 giorni. Il responsabile ha il potere e il dovere di far rispettare le misure anti-Covid  allegate. In caso di divieti legati alla normativa anti-Covid vigente il 17/1/21, l’escursione può essere annullata anche all’ultimo momento.

Direttori d’escursione

Giorgio Braschi (348 3617658), Vincenzo Gulfo (348 1701973), Marianna Ferraro (348 1629121)

Iscrizione

Uscita a numero di partecipanti limitata, più gli accompagnatori.  Iscrizione obbligatoria tramite sms/chat ai referenti d’escursione entro le ore 20:00 di venerdì 11 febbraio 2022. Partecipazione subordinata a una risposta positiva da parte dei referenti.

Quota di partecipazione

2 € per i soci CAI, 10 € per i non soci.

Per i soci la quota comprende un contributo sociale per le spese organizzative dell’escursione, mentre per i non soci  la quota comprende l’assicurazione.

Appuntamento e partenza

Ore 09.00, Area di servizio IP VALSINNI (MON CAFE’), da lì ci sposteremo in auto per raggiungere il luogo di partenza dell’escursione.

IL TRASFERIMENTO CON MEZZI PROPRI DOVRÀ AVVENIRE NEL  RISPETTO DELLA  NORMATIVA ANTI-COVID  VIGENTE. GLI ACCOMPAGNATORI NON SI ASSUMERANNO LA RESPONSABILITÀ DI FORMARE GLI EQUIPAGGI NEL CASO DI CONDIVISIONE DELLE AUTOVETTURE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: